Rassegna nazionale dei collegamenti di golf dell'America

Jack Holden fornisce la sua recensione del National Golf Links of America

Uno sguardo al National Golf Links of America dopo la visita di Jack Holden.

National Golf Links of America Immagine: NGLA.us

Il National Golf Links of America risiede in modo poco appariscente nella regione interna di South Hampton, su un vicolo nascosto noto come Sebonic Inlet, un appropriato preludio a un habitat appartato e ultraterreno.

Il suo terreno non assomiglia a nulla di terreno, tranne forse in Inghilterra o in Scozia, ma più simile alla luna o ad un'altra superficie interplanetaria e alle agitazioni di un regno magico.

In primo piano, quando si entra, la storica club house si staglia ben visibile dal punto più alto del terreno, un quadro inquietante come il residuo solitario di una tenuta inglese abbandonata, la baia di Peconic che luccica e incornicia il terreno come un fossato perpetuo fino all'orizzonte.

C'è una riverenza, una tranquillità e un senso della storia che ogni ospite sperimenta guidando attraverso le colonne di pietra che segnano l'ingresso.

Si sentono i secoli che circondano la sua nascita, il tempo sospeso, ogni parte della tua vita che hai portato con te, in qualche modo lasciata al cancello, come spazzata via dalla brezza della baia.

La sua prestigiosa iscrizione è tranquilla come una mattina di inizio estate prima dell'arrivo di un giocatore. Nessuno sa come diventarlo. I nuovi membri appaiono di punto in bianco. Un nuovo nome su un armadietto. Nessun annuncio o benvenuto. Ma i nomi sugli armadietti raccontano la storia.

Pochi club eguagliano il roster in Nazionale. Sono stato ospite molte volte nel corso degli anni. Se non è un evento che cambia la vita, è sostenitore della vita nel credere che tutte le cose siano belle e magiche.

Al National, sperimenterai queste cose vagando per il vasto e appartato paesaggio di fairway ondulati, erba compatta e lunare, redan e green giganti.

Il solito brusio di molti golfisti che si radunano non esiste al National. All'arrivo, c'è una quiete sorprendente e intimidatoria che pervade l'atmosfera.

I giocatori tendono persino a sussurrare negli spogliatoi sobri, con i suoi armadietti rivestiti di pannelli di un secolo fa, gli infissi nei lavandini, nelle bancarelle e nelle docce, resti del primo inizio dell'era moderna ed evocando l'infanzia del club all'inizio del XX secolo .

I golfisti appaiono più come ritardatari, essendo apparsi quasi dal nulla, lasciando lo spogliatoio poco prima del loro tee time, solo pochi altri sul green adiacente al primo tee, una tranquilla direttiva di salire sul tee da Billy, il caddy maestro per decenni.

RELAZIONATO: I nostri migliori campi da golf a New York

Non c'era campo pratica durante i primi anni. Il riscaldamento del giocatore è stato relegato in una rete dietro il negozio di golf o nel lanciare una o due delle proprie palline da golf dietro il tee in Peconic Bay.

Niente era più soddisfacente del volo di quelle palle apparentemente nell'aria per sempre prima di uno spruzzo che appariva a miglia di distanza nella calma vista blu di Peconic. Spesso, il mio miglior tiro del round.

Dopo il round, c'è la questione del pranzo che al National è un grosso problema. A meno che non sia stata programmata un'uscita aziendale, la sala da pranzo non è mai affollata. Solo due o tre gruppi pranzano contemporaneamente.

Dopo il round, i giocatori si aggiornano alla "gabbia" (l'adiacente area protetta per le bevande dopo i round, che si affaccia sul 18° fairway) o visitano occasionalmente la biblioteca dove si realizzano tutti i fantasmi dei fondatori e le leggende del golf amatoriale sotto forma di belle sculture.

Includono un'imponente scultura di dimensioni giganti del fondatore originale, CW McDonald, cupo e determinato, al centro della stanza e le mani del leggendario Harry Vardon, scolpite nell'originale classica presa Vardon che prefigurava il gioco moderno. La stanza più cappella che biblioteca.

Non molti giocatori pernottano al club. Ma in diverse occasioni ho approfittato dell'occasione e della comodità di restarci.

Le camere si trovano al livello superiore della club house, un tranquillo bastione di stanze minuscole, finestre aperte, arredamento sobrio e risveglio con la brezza di Peconic Bay. Al mattino, mi svegliavo con il suono smorzato di un tosaerba sul percorso da qualche parte, e dalla mia stanza vedevo un lavoratore solitario che rotolava il primo green in una lucentezza lucida.

Niente di ciò che ho vissuto nella mia vita è stato più ristoratore che svegliarmi nella tranquillità di quelle mattine con il profumo dell'aria di mare, l'erba appena tagliata e la brezza della baia attraverso quelle finestre aperte.

Quest'anno compirò ottant'anni. Se dovessi scegliere un ultimo giorno di golf, sarebbe National Golf Links of America, un regno magico se mai ce ne fosse uno.

Mappa del corso di National Golf Links of America

Il National Golf Links of America è stato aperto per la prima volta nel 1908 a Southampton, New York, e ora è un test par-6,915 di 73 iarde. Il corso privato si trova in 243 acri a Peconic Bay.

National Golf Links of America Scorecard e buca per buca

Scorecard National Golf Links of America

Valutazione della pendenza di National Golf Links of America

Il National Golf Links of America ha una valutazione della pendenza di 141 e una valutazione del percorso è 74.3.

Costo dell'iscrizione al National Golf Links of America

Il National Golf Links of America è un golf club privato. I costi di iscrizione non sono pubblicizzati.

Indirizzo di iscrizione al National Golf Links of America

149 Sebonac ingresso Rd
Southampton, NY 11968
Stati Uniti

Telefono: (631) 283-0410

Sito web: www.ngla.us